Il Forum nasce in Emilia Romagna per sostenere, diffondere e promuovere a livello regionale la visione di una agricoltura innovativa, inclusiva, sociale appunto per la capacità di rispondere in maniera diretta ai bisogni dei soggetti più fragili della società, offrendo modelli alternativi di recupero, riabilitazione, inserimento sociale e occupazionale.

Il Forum Regionale Emilia Romagna si è costituito dopo un percorso di aggregazione delle realtà agricole sociali, che durante lo scorso anno si sono incontrate, conosciute e messe in rete; un network territoriale ricco di esperienze straordinarie, una comunità di pratiche che si riconosce nella Carta dei Principi del Forum Nazionale Agricoltura Sociale.  

Oltremare ha deciso di avvicinarsi alla nascita di questo importante strumento di solidarietà sul nostro territorio, valutando con favore ed interesse i principi che lo ispirano e le prassi che ne concretizzeranno le intenzioni.

 

Leggi il comunicato stampa della costituzione del Forum regionale.

Dal sito del Forum Nazionale:

Il fenomeno moderno dell’Agricoltura Sociale è un possibile strumento di risposta ai bisogni crescenti della popolazione sia in termini di produzione agricola sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale, sia in termini di offerta di servizi socio-sanitari e socio-lavorativi. Esso, a differenza delle esperienze passate realizzate a favore di persone in difficoltà, rappresenta un modello di sviluppo territoriale – partecipativo e relazionale – che ri-orienta le realtà locali nella logica del servizio alle comunità di riferimento.Nel corso di questi anni, le realtà che operano in questo settore hanno aumentato progressivamente la consapevolezza del ruolo importante che queste esperienze hanno nei contesti locali e della necessità di aumentare e consolidare le interazioni tra i diversi soggetti di AS, attraverso lo scambio delle prassi e la condivisione di un insieme di principi e di orizzonti comuni. L’Agricoltura Sociale mira a riunificare bisogni, identità, tutele ed istanze di libertà per tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro abilità. In questo si ritrova il valore del lavoro non solo comefonte di reddito individuale, ma anche come elemento fondante di una società inclusiva più giusta, più coesa e sostenibile.In Italia, l’AS comprende l’insieme di pratiche svolte da aziende agricole, cooperative sociali e altre organizzazioni del Terzo Settore, in cooperazione con i servizi socio-sanitari e gli enti pubblici competenti del territorio, che coniugano l’utilizzo delle risorse agricole e il processo produttivo multifunzionale con lo svolgimento di attività sociali finalizzate a generare benefici inclusivi, a favorire percorsi terapeutici, riabilitativi e di cura, a sostenere l’inserimento sociale e lavorativo delle fasce di popolazione svantaggiate e a rischio di marginalizzazione, a favorire la coesione sociale, in modo sostanziale e continuativo.

Leggi la Carta dei principi dal sito del Forum Nazionale.

Similar Posts

Comments are closed.